Hai paura di aver torto?





Tutti vogliamo aver ragione nella vita e pronunciare la famosa frase: “Visto? Io l’avevo detto!” Ah si, quanto è gratificante? 😎Benissimo, ma non siamo qui a parlar di questo oggi! Parliamo invece della fazione opposta, quella che tutti temono... ossia AVERE TORTO. ❌


Solitamente tendiamo a diventare molto difensivi o addirittura aggressivi quando la nostra posizione viene messa in dubbio. Ma se invece ti dicessi che può diventare un momento di grande crescita❓


⚠️La nostra mente crea continuamente associazioni per aiutarci a capire e a gestire l’ambiente intorno a noi, ma queste associazioni non sempre sono corrette: dimentichiamo particolari e fraintendiamo eventi molto facilmente… il che porta ad un’alta percentuale di INACCURATEZZA! Quindi ci sbagliamo sulle cose molto più spesso di quanto pensiamo!


Se ammetti che le tue credenze, valori e parametri di vedere la vita possono essere imperfetti e soggettivi (che quindi cambiano da persona a persona), allora sarai molto più aperto alla possibilità di commettere un errore ✔️

AMMETTERE DI AVER TORTO NON E' SINONIMO DI DEBOLEZZA, ANZI!


➡️Ammettere di aver torto è segno di grande maturità. È come dire:” So che ho sbagliato e sono pront* a capire perché e a trovare una soluzione per ampliare le mie vedute, migliorare le mie credenze”.


➡️Sii apert* a nuove prospettive e informazioni che magari contraddicono quello in cui tu credi. Non ignorarle!🔎Se ti confronti, leggi o parli sempre di uno stesso modo di vedere una determinata cosa, magari sarai molto più restio a modificare/migliorare quella credenza.


➡️Non c’è solo un modo di fare le cose. Non avere pregiudizi verso gli altri e non pensare che il tuo modo sia sempre il migliore!


➡️Se rimani nella tua posizione solo per orgoglio, beh, stai sicuramente perdendo una grande opportunità di migliorarti 🆘(e magari qualche persona a te cara)


Quindi riassumiamo il tutto in 3 semplici step che puoi mettere in pratica sin da subito:


1️⃣AMMETTILO: se non di fronte all’altra persona, almeno a te stess* (come inizio può andar bene)


2️⃣CAPISCI PERCHE’: analizza la situazione con più calma e razionalità. Capisci le intenzioni dietro l’opinione dell’altra persona, non solo le tue.


3️⃣FA QUALCOSA: dopo aver capito gli errori, agisci. Parlane con la persona coinvolta, ma soprattutto avvia il cambiamento in te stess*. Se questo non parte da te, non sarà un cambiamento autentico e durerà 1-2 settimane (solo per far contenta l’altra persona).


La chiave🔑 di questi step sta nell’onestà con te stess*. All’inizio proverai sensazioni “scomode” perché stai mettendo in discussione i tuoi valori/credenze e stai facendo qualcosa di nuovo per la prima volta!

Quindi la prossima volta che ti sbagli su qualcosa, vedila come una possibilità per analizzare te stess* e capire cosa migliorare. Le persone saranno ispirate dal tuo atteggiamento, perché vedranno una persona che ha voglia di imparare e non necessariamente di aver ragione!🤩


Fammi sapere cosa ne pensi, se questo articolo è stato utile e condividilo con qualcuno che avrebbe bisogno di leggerlo!


Cookie